No images

Progetti di Cooperazione

Mambasa - Repubblica Democratica del Congo

Il "Progetto Mambasa" nasce dalla richiesta effettuata da parte di Padre Silvano Ruaro - Missionario dehoniano italiano che lavora nel nord est della Repubblica Democratica del Congo da più di 30 anni – ad Ingegneria Senza Frontiere Milano (ISF-MI) e a Veterinari Senza Frontiere (SIVtro-Italia) di effettuare una missione esplorativa nel villaggio di Mambasa, con lo scopo di valutare le cause del cattivo stato delle risorse idriche del villaggio e dello stato di malnutrizione della popolazione, e di verificare le cause e gli effetti.

Centro di Formazione Médina - Dakar- Senegal

 Il progetto Senegal nasce dalla partecipazione di ISF-MI, a partire dal 2005, al progetto Centro di Formazione Médina, nato nel 2001 come iniziativa che risponda alla richiesta di formazione professionale e istruzione qualificata degli adolescenti di Médina. Il progetto CdF Médina si rivolge ad una fascia di popolazione a rischio di esclusione o deviazione; si propone di fornire risposte educative pragmatiche che conducano, in breve tempo, ad una specializzazione qualificante per il mondo del lavoro, senza tralasciare gli elementi culturali determinanti per la formazione della personalità degli adolescenti e la promozione della loro identità culturale.

Progetto Takku Bey

Il progetto si svolge a Dagga Dialaw, uno dei 18 villaggi che compongono la Communauté Rurale di Diass, nella regione di Thiès, in Senegal. Dagga Dialaw è abitato da 1.914 persone costituite in 183 famiglie. La vita della popolazione femminile è caratterizzata da gravi difficoltà per l’espletamento dei lavori domestici (l’accesso all’acqua o la macinazione dei cereali comportano ore di lavoro e km di strada da percorrere ogni giorno), dalla difficoltà di accesso al credito per lo sviluppo di microprogetti imprenditoriali, dall’analfabetismo e dalla mancanza di formazione professionale.

Progetto India

ISF-MI collabora con Parivartan, associazione di studenti indiani con base a Milano, e Procluster, un'associazione no profit di Pune (India), al progetto Sanjeevani. L'obiettivo del progetto è il miglioramento delle condizioni socio-economiche degli agricoltori Indiani nel villaggio di Katgaon, nello stato di Maharashtra. La situazione degli agricoltori in questa regione è preoccupante. La scarsa produttività dei terreni aumenta il rischio di ottenerne profitti a fronte invece di un maggiore costo della vita. Questa situazione innesca un circolo vizioso che può portare a depressione e, in molti casi, anche al suicidio. Nel 2009 si sono contati nello stato di Maharshtra quasi 33000 suicidi. Il progetto pilota di Katgaon vede la collaborazione anche di Harnai, una associazione locale di figli di agricoltori.

Progetti di Co-sviluppo

Linea Migranti

Corsi di formazione, ma non solo, destinati ai migranti che desiderano acquisire competenze per la realizzazione di progetti di sviluppo e la creazione di attività generatrici di reddito sostenibili. Le lezioni, tenute da docenti universitari, soci ISF ed esperti delle organizzazioni profit e non profit, sono strutturate in sessioni plenarie introduttive e laboratori pratici di gruppo, dando ampio spazio alla riflessione partecipata e alla discussione.

>> esplora il Progetto

Progetti sul territorio

Linea EducaMI

Dal 2007 ISF-MI è attiva nella formazione, divulgazione e sensibilizzazione degli studenti delle scuole secondarie (primo e secondo grado) in quanto crede che per tendere verso una società più sostenibile ed equa, il cittadino sia l’elemento primo di cambiamento e che gli studenti di oggi rappresentino il punto di partenza per lo sviluppo di una società consapevole e matura.

 
Copyright 2017 Ingegneria Senza Frontiere - Milano.