Altre tematiche

Social business

L’impresa sociale può affrontare e risolvere le più importanti sfide a livello sociale e ambientale nonché favorire una crescita inclusiva nel nord e sud del mondo. Il concetto di impresa sociale trasforma la creazione di profitti e di ricchezza in un mezzo attraverso il quale raggiungere un obiettivo sociale. Utilizzando un approccio imprenditoriale, l’impresa sociale crea valore economico, genera ricavi da attività produttive e commerciali come un mezzo per realizzare la propria missione sociale. A differenza dell’impresa classica la generazione di profitti diviene un mezzo per creare benefici sociali e non il fine in sé.

Le Nazioni Unite e l’Unione Europea riconoscono nell’impresa sociale un strumento per promuovere nuovi modelli di sviluppo sostenibile nei Paesi sviluppati e nei Paesi in via di sviluppo, contribuendo a ridurre diversi problemi sociali. Nei primi rappresenta una risposta a problemi come la disoccupazione e si configura come proposta per l’inclusione sociale, l’integrazione dei migranti e la cura alla persona; nei secondi genera modelli di sviluppo locali, virtuosi e sostenibili, promuovendo l’accesso a servizi di base come la sanità, l’educazione, l’acqua potabile, l’energia ma anche la generazione di reddito, l’empowerment femminile e di categorie svantaggiate, l’accesso a servizi finanziari e quindi contribuisce a ridurre la povertà.

A livello internazionale non esiste un quadro normativo univoco per definire le imprese sociali, che possono configurarsi come cooperative, associazioni, fondazioni, organizzazioni non governative o altre ragioni sociali. L’impresa sociale può però essere definita da una serie di criteri chiave. ISF-MI adotta gli indicatori di EMES International Research Network che permettono di definire un modello concettuale:

• L’organizzazione deve impegnarsi in un’attività continua di produzione di beni e/o vendita di servizi
• Deve comportare un significativo rischio economico
• Deve prevedere forme di lavoro retribuito
• Deve perseguire un obiettivo sociale esplicito di interesse collettivo
• Deve nascere dall’iniziativa di privati cittadini o di organizzazioni della società civile
• Deve darsi limiti nella distribuzione di profitti e destinare la maggior parte dell’utile al perseguimento del proprio obiettivo sociale o al reinvestimento nelle attività
• Deve essere indipendente dallo Stato e da imprese profit tradizionali
• Deve garantire ai propri soci un potere decisionale che non sia basato sulla proprietà del capitale
• Deve assicurare una dimensione partecipativa e democratica, includendo nei processi decisionali tutti gli stakeholder coinvolti nella realizzazione delle attività

 

ISF-MI sviluppa diversi progetti con l’obiettivo di promuovere l’impresa sociale sul territorio italiano e in molti altri Paesi. In particolare, è costantemente coinvolta in attività di:
• Progettazione e implementazione di nuove imprese sociali
• Progettazione e sperimentazione di interventi volti a creare un ecosistema che favorisca l’innovazione sociale a livello locale (microfinanza e finanza ad impatto, modelli virtuosi di risparmio pubblico, partnership profit – no profit)
• Consulenza e supporto a imprese sociali esistenti, cooperative sociali, associazioni e ONG
• Progetti di formazione e coaching rivolti a giovani, startupper e migranti su tematiche legate al business modelling e business planning

Think4Social

Parteciazione nel comitato per la selezione, valutazione e mentoring di start up tecnologiche a vocazione sociale per la call di Fondazione Vodafone

Scateniamoci!

Promozione dei diritti e miglioramento delle condizioni di vita e delle opportunità di reinserimento socio professionale dei detenuti nelle carceri di Garoua, Mbalmayo e Douala

Genera-LAB

Formazione sull'impresa sociale nell'ambito del progetto di co-working rivolto a donne italiane e straniere per la conciliazione vita-lavoro e per l’integrazione tra diverse culture e professionalità

CAM ON!

Pro-muovere arte e cultura: capacity building, impresa sociale ed istruzione in Camerun

Piazza l’Idea

Contrasto al fenomeno dei NEET in Provincia di Lecco con attività di community building, formazione e sviluppo di idee

Sostegno allo Sviluppo attraverso le Migrazioni

Progetto di Cosviluppo con formazione sull'impresa sociale a diverse realtà migranti lombarde con ricadute nei paesi di origine

Social Business a Puke

Formazione a piccole imprese sociali in campo agrofood di Puke in Albania per la strutturazione e rafforzamento del modello di business e dei derivanti impatti

strategiKoinè

Consulenza strategica per la ridefinizione e riorganizzazione di Koinè per rispondere sempre più efficacemente alle sfide di progettazioni complesse e intersettoriali della cooperativa

Microcredito Multan

Studio di fattibilità per attivare un sistema di microcredito a Multan, Pakistan, nell'ambito del progetto Sustainable Social Economic and Environmental Revitalization in the Historic Core of Multan City