Linea Migranti

...Per cosviluppo si intende comunemente l’insieme delle politiche e delle iniziative che vedono la partecipazione dei migranti e delle loro reti sociali dedicate allo sviluppo economico e sociale dei paesi di origine e di destinazione, e si basa sull’idea di un’interdipendenza tra territori nei processi di sviluppo...

Partecipazione, interculturalità, sviluppo, scambio, rete, condivisione.. sono alcuni dei concetti che stanno alla base del cosviluppo e che ISF-MI ha iniziato a elaborare alla fine del 2010 quando, a conclusione del Progetto Senegal, ha organizzato alcuni incontri di formazione destinati a comunità ed associazioni migranti che hanno suscitato grande interesse dei partecipanti e grazie ai quali si è giunti alla stesura partecipata di un nuovo importante progetto:

 

Sostegno allo Sviluppo Attraverso le Migrazioni

Dalle esperienze maturate nel 2010 e 2011 è stato elaborato il progetto che si prefigge di rispondere a bisogni e richieste specifiche emerse dalle reciproche conoscenze tra associazioni migranti valorizzando le risorse e le peculiarità delle stesse e dei paesi di provenienza in accordo con le linee guida internazionali.

Infatti il Rapporto sullo sviluppo umano 2009 "Superare le barriere: mobilità e sviluppo umano” dell’UNDP afferma che le migrazioni internazionali possono porre le basi per la costituzione di reti che facilitino la diffusione delle conoscenze, l’innovazione e gli atteggiamenti opportuni per la promozione dello sviluppo. I processi di cambiamento sociale e culturale determinati dalle migrazioni possono incidere favorevolmente sull’imprenditoria e le trasformazioni politiche. Mentre nella raccomandazione Co-development and migrants working for development in their countries of origin dell’European Comittee on Migration è esplicitata chiaramente la necessità di “dispositivi di formazione per incrementare le capacità di sviluppo e gestione dei progetti degli attori del co-sviluppo”.

Il progetto, che vede come capofila l’Associazione degli Studenti Camerunensi di Milano (AECMI) insieme a ISF-MI in partenariato con altre associazioni di migranti e organizzazioni lombarde, ha come obiettivo quello quello di porre le basi per sviluppare iniziative generatrici di reddito sostenibili dal punto di vista economico, ambientale e sociale in Italia e nei paesi di provenienza delle comunità migranti.

La metodologia si fonda sul confronto partecipato e la co-progettazione con le associazioni di migranti secondo un approccio che parta dal basso e che sappia coinvolgere e valorizzare la popolazione per permettere di raggiungere obiettivi importanti.

Il progetto si articola in tre attività principali:

1.  Formazioni indirizzate alle comunità migranti sulle iniziative generatrici di reddito
2.  Trasferimento delle conoscenze acquisite nei Paesi di provenienza dei migranti
3.  Sperimentazione di buone pratiche e sostegno alle iniziative di sviluppo nei Paesi di origine

Il corso di formazione sulle attività generatrici di reddito inizia il 23 Marzo 2013. Scarica il programma del corso e la scheda di iscrizione.

I partner del progetto oltre a ISF-MI sono:

Associazione degli Studenti Camerunensi di Milano,
Associazione antirazzista e interetnica 3 Febbraio di Erba,
Associazione di cooperazione internazionale Andes,
Associazione Lodi Carthagine,
Associazione Tam-Tam d’Afrique,
JAPPO dei Senegalesi di Baranzate,
Unione Dei Giovani Burkinabè della Diaspora

Determinanti sono anche il Politecnico di Milano per la direzione scientifica, la Cooperativa Karibuny per il Commercio equo e solidale e l’Associazione Olinda per la sensibilizzazione e la promozione sul territorio lombardo.

Il progetto, mediante il corso di formazione, il rafforzamento delle competenze e la creazione di una rete di condivisione, prevede quindi il trasferimento e la sperimentazione delle buone pratiche nei paesi di orgine di alcune associazioni. In particolare:

Camerun: Sostegno alle iniziative imprenditoriali degli studenti o dei lavoratori camerunensi immigrati in Italia attraverso la costituzione dell'Association des Anciens d'Italie.

Perù: Sviluppo solidale e partecipato per il benessere comunitario attraverso il rafforzamento e potenziamento di un centro di supporto alla comunità dotato di presidio medico, per promuovere l’inclusione e la promozione sociale dei segmenti di popolazione più poveri e disagiati a servizio della popolazione delle baraccopoli Corona de Santa Rosa, Pradera del Sur e 9 de Julio a Tablada de Lurín

Senegal: Promozione dell’artigianato, attraverso le associazioni di migranti e le organizzazioni di commercio equo e solidale

Burkina Faso: Rafforzamento della produzione agricola e accesso ai mercati nella regione dello Yatenga

 

Per info:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Gruppo di lavoro Sviluppo Senza Frontiere

 

con il patrocinio del 

 

Copyright 2017 Ingegneria Senza Frontiere - Milano.